UROBORO – IL SERPENTE CHE SI MANGIA LA CODA

PAGINA PRECEDENTE

N. 10CEM

La sfera, guizzando, si congiunge con la sua scia, ricordando il serpente che si mangia la coda, l’Uroboro. Si tratta di un antico simbolo che esprime l’eterna ciclicità delle cose, l’eterno ritorno o il tempo ciclico. Evidenzia quindi l’idea del rinnovamento e della ricreazione incessante e pulsante, secondo un moto a spirale.

Opera unica in cemento, patinata

h. cm. 29 x 45 x 31    Kg. 7

Collezione privata

Categoria:

Descrizione

Patrizio Zanazzo - Uroboro - opera unica in cemento

N. 10CEM

UROBORO – IL SERPENTE CHE SI MANGIA LA CODA

Opera unica in cemento, patinata

h. cm. 29 x 45 x 31    Kg. 7

Collezione privata

Informazioni aggiuntive

Peso 9.5 kg